“Il Serpente Bianco” è una fiaba popolare molto amata in Cina. La versione presentata in questo libro è tratta da una leggenda diffusa Hangzhou, Città natale della Yang Xiaping. La storia è ambientata al lago dell’ovest e inizia nei pressi del famoso Ponte Rotto, ancora oggi in piedi a testimonianza della forza di una millenaria tradizione. Qui, in un lontano passato, nel quale intrecciano i loro destini dei e immortali della teologia cinese, fate, animali magici e comuni mortali, siccome la meravigliosa metamorfosi di un serpente in bellissima donna e si assiste all’innamoramento tra la Dama Bianca, nome assunto dall’animale appena passato a forme umane, e il giovane Xu Xian che a questa trasformazione, suo malgrado, ha fornito l’esca magica…

La tragica storia d’amore fra la donna serpente e l’uomo è ancora oggi fonte di ispirazione per il teatro cinese, soprattutto per l’opera di Pechino, e le sue tracce si ritrovano nei repertori di molte altre importanti compagnie teatrali. Questa pubblicazione, che si avvale anche di un ricco apparato iconografico e della presenza di testi bilingui, propone una nuova lettura dell’epoca, avvincente e interculturale. 

“Il serpente bianco”
scritto da Yang Xiaping
illustrazioni di Chiara Donelli-Cornaro
Idest, Campi di Bisenzio (FI)
2008

ISBN 88-87078-38-6